Seleziona pagina

La fobia sociale è un disturbo che colpisce un gran numero di persone, essendo una delle malattie mentali più comuni tra la popolazione mondiale. Questo tipo di disturbo d'ansia può essere rilevato da segni di estrema vergogna, grande insicurezza, grande disagio quando si parla in pubblico e così via. Tuttavia, in molte occasioni, la fobia sociale viene confusa con la timidezza e deve essere chiaro che non tutte le persone timide soffrono di questo disturbo. Infatti, solo il 12% delle persone timide ne soffre.

La fobia sociale è una paura irrazionale verso tutte quelle situazioni di interazione sociale, poter provare paura di essere giudicati da altre persone, di essere criticati o di essere al centro dell'attenzione, e nei casi più gravi anche quando si parla al telefono con gli altri.

Le persone con questo disturbo sono consapevoli che non dovrebbero sentirsi male per queste situazioni, ma non sono in grado di controllare la loro ansia e paura quando si verificano. Inoltre, regolarmente, cercano di evitare situazioni in cui possono sentirsi a disagio.

All'interno di questo problema ci sono diversi gradi all'interno del disturbo, poiché ci sono alcune persone che provano fobia sociale in determinate situazioni (fobia sociale specifica) e altre che hanno questo problema in tutte le situazioni di natura sociale (fobia sociale generalizzata).

Cause della fobia sociale

Le cause della fobia sociale possono essere diverse, anche se di solito iniziano durante l'adolescenza. È comune che le persone che ne soffrono non cerchino l'aiuto di un professionista fino a dopo dieci anni.
Nonostante alcuni studi assicurino che la fobia sociale possa essere causata da uno squilibrio dei neurotrasmettitori, i fattori causali più comuni di questo tipo di disturbo sono le esperienze traumatiche vissute in passato, la limitazione delle opportunità di interazione a livello sociale o l'iperprotezione familiare durante la crescita.

I sintomi della fobia sociale

I soliti sintomi di questa fobia sono, tra gli altri:

  • Difficoltà a parlare
  • Sudorazione.
  • Tremori
  • Nausea.
  • Arrossire.

Allo stesso modo, tendono ad evitare situazioni che possono farli ammalare, come partecipare a eventi o riunioni sociali; discorso pubblico; utilizzare i bagni pubblici; incontrare nuove persone; mangiare, bere o scrivere in pubblico.


Trattamento della fobia sociale

Il trattamento abituale per porre fine alla fobia sociale è la terapia cognitivo comportamentale (CBT), poiché serve per imparare a conoscere l'origine del problema attraverso i pensieri irrazionali dell'individuo e il professionista può lavorare per cercare di sostituirli con altri che aiutano a migliorare il proprio qualità della vita.
Un professionista qualificato deve essere incaricato di valutare il caso di ogni individuo e mettere a sua disposizione tutti gli strumenti necessari per poter affrontare le proprie paure e superarle per porre fine a questa fobia e poter così sviluppare la propria vita quotidiana senza il timore di affrontare situazioni sociali che possono causare esperienze negative per la tua mente.