Seleziona pagina

La Psicologia Transpersonale è un tipo di psicologia sviluppato negli anni Sessanta. Il termine "transpersonale" significa "oltre il personale". La sua funzione principale è quella di esplorare la crescita personale, aiutare le persone a far emergere la loro forma più essenziale, quella che esiste nel profondo del loro essere.

psicologia transpersonaleLa psicologia transpersonale integra sia la psicologia che la psichiatria, ma dall'aspetto più profondo o più alto dell'esperienza umana, che trascende le esperienze fisiche e quotidiane, in altre parole, si concentra sull'aspetto più spirituale. Secondo alcuni autori, cercherà il regno dello spirito umano, quella parte dell'umanità che non si limita all'esperienza corporea.

Psicologia transpersonale Si potrebbe chiamare la psicologia della spiritualità e delle aree della mente umana che cercano i significati più alti della vita, e che si muovono oltre i confini limitati dell'ego, per accedere a una maggiore capacità di saggezza, creatività, amore incondizionato e compassione. È favorevole alla credenza nell'esistenza di esperienze transpersonali, che hanno a che fare con il loro significato per l'individuo e con i loro effetti sul comportamento.

La psicologia tradizionale è interessata allo studio dell'esperienza umana e del comportamento che vanno dalla disfunzione mentale ed emotiva, a ciò che è considerato un comportamento sano "normale". Al contrario, non esiste ancora una definizione esatta di Psicologia Transpersonale, oggetto di dibattito. Ed è quello? Psicologia Transpersonale racchiude tutto questo e va oltre attraverso il suo interesse per lo studio delle dimensioni trascendenti dell'esperienza umana, come l'eccezionale funzionamento mentale umano, le esperienze trascendentali e il significato delle profonde esperienze religiose e mistiche.

La psicologia transpersonale combina un'ampia varietà di approcci della psicologia, tra cui comportamentismo, psicologia cognitiva e psicologia umanistica, insieme ad altre discipline, come la filosofia orientale e occidentale, il misticismo, la consapevolezza e le religioni mondiali.

Di seguito sono riportate le caratteristiche del psicologia.

  1. La psicologia transpersonale non ha strumenti o metodi specifici.

psicologia-transpersonale-1La Psicoterapia Transpersonale ha le sue radici nell'ideologia sulla psicologia che opera dietro l'osservabile o il palpabile. Il Psicologia Transpersonale è un approccio alla comprensione del modo in cui le nostre menti operano attraverso le nostre relazioni con gli altri, che si basa sulla convinzione che ci sia qualcosa di più grande e più profondo nello spazio che agisce su di noi.

  1. Le relazioni nella psicologia transpersonale sono fondamentali.

La relazione tra il cliente e il terapeuta è importante quanto le altre relazioni con il cliente. Lo spazio tra il terapeuta e il cliente è sacro e trasformativo, così come lo spazio tra il cliente ei suoi problemi, le sue famiglie ei suoi amici. E le due persone cambieranno come risultato di questa relazione.

  1. Il terapeuta non è visto come un esperto.

Piuttosto, il terapeuta è un facilitatore che assisterà il cliente nella scoperta della propria verità e del proprio processo. L'unica realtà dell'esperienza del terapeuta è la capacità di riflettere la verità del cliente su di lui, con la minima interferenza possibile.

  1. La psicologia transpersonale non giudica le esperienze degli altri.

La psicologia transpersonale si basa anche sulla convinzione che il cliente e il terapeuta abbiano le proprie esperienze e nessuna di esse sia buona, cattiva, giusta o sbagliata, sana o malsana.

  1. Ci sono diversi noti psicologi pionieri della psicologia transpersonale.

Secondo l'Istituto di Psicologia Transpersonale, William James, Carl Jung e Abraham Maslow sono solo alcuni degli psicologi che hanno svolto un ruolo pionieristico nella psicologia transpersonale pioniere.

In effetti, William James fu il primo ad usare il termine "transpersonale" in una conferenza del 1905, secondo il libro di testo di Psichiatria e Psicologia Transpersonale, ed è conosciuto come il fondatore del psicologia transpersonale moderna e psichiatrica.

  1. La psicologia transpersonale è emersa come campo alla fine degli anni '1960.

Secondo l'articolo "Breve storia della psicologia transpersonale", scritto da uno dei fondatori del psicologia transpersonale, lo psichiatra Stanislav Grof, nell'International Journal of Transpersonal Studies:

Nel 1967, una piccola task force composta da Abraham Maslow, Anthony Sutich, Stanislav Grof, James Fadiman, Miles Vich e Sonya Margulies si riunì a Menlo Park, in California, con lo scopo di creare una nuova psicologia che onorasse l'intero spettro della psicologia l'esperienza umana, inclusi vari stati di coscienza non ordinari. Durante queste discussioni, Maslow e Sutich accettarono il suggerimento di Grof e chiamarono la nuova disciplina "psicologia transpersonale«. Questo termine sostituisce il suo nome originale "transumanistico" o "andare oltre le preoccupazioni umanistiche". Poco dopo la fondazione dell'Associazione per la Psicologia Transpersonale (ATP), e diversi anni dopo, nel 1975, Robert Frager fondò l'Istituto di Psicologia Transpersonale di Palo Alto, che è rimasta in prima linea nell'educazione, nella ricerca e nella terapia transpersonale per più di tre decenni.